giovedì 9 giugno 2016

Calabria/arte, artisti E autori libertari

 
Calabria/arte, artisti
E autori libertari

Il 31 agosto 2008 si è svolta a Villa San Giovanni la manifestazione “Arte, artisti e autori libertari”, rassegna di arti varie, organizzata dal circolo USICONS. In omaggio a tre anarchici calabresi (Bruno Misefari, ingegnere e poeta, Angelo Casile e Pasquale Rinato – in arte Rian –, pittori), sono state esposte una quarantina di opere sulle gradinate dell’anfiteatro di Piazza Valsesia, realizzate dagli stessi Casile e Rian, da quattro loro giovani ammiratori (Iaria, Ricchetti, Chillè, Sergi) e da Tito Solendo, che militò nel gruppo “Misefari” di Reggio Calabria insieme a Casile (morto in uno “strano” incidente il 27 settembre 1970) e Rian (deceduto il 9 maggio scorso).
Ritratto di Angelo Casile realizzato da Rian
Autoritratto di Rian
Lungo il perimetro della piazza, una dozzina di cartelloni illustravano il percorso artistico e militante di altrettanti artisti libertari: Misefari e Fantazzini, i cantautori Ciampi, Ferré e De André, i fotografi Valenti, Garzillo e Brancati, Carvaio, Mazzà, Libereso Guglielmi e Luigi Veronelli.
Particolare del pannello dedicato a Bruno Misefari
Sollecitazioni artistiche e riflessioni politiche sono andate mescolandosi anche nei vari momenti in cui si è articolata la manifestazione, culminati in serata nel concerto di Unduo (Davide di Rosolini e Costanza Paternò), apprezzata coppia di cantautori emergenti siciliani; in un recital di poesie (da segnalare la performance di Santo Catanuto); e, a conclusione, nella “Stroncatura Libertaria”, “piatto” preparato da Pino e Graziella Vermiglio con ingredienti tipici calabresi.
Natale Musarra

Quando organizziamo una nuova edizione di
    Calabria/arte, artisti E autori libertari?
Io sono a disposizione con i miei mezzi....

Nessun commento:

Posta un commento