mercoledì 22 marzo 2017

Without Borders - ITALY - Abruzzo - L'Aquila

L'Aquila

(italiano medievale)

« Gridaro tucti insieme la città facciamo bella che nulla nello regame possa confrontarsi ad ella »
    (IT)

« Gridarono tutti insieme: Facciamo una città così bella che nessun'altra nel regno le si possa paragonare »
(Buccio di Ranallo, Cronache dalla fondazione dell'Aquila)

L'Aquila, donne che non tremano

 


 (corelli fotoreporter)

 IL SILENZIO E' LA SOLA COSA D'ORO CHE LE DONNE DETESTANO


Emergenza criminalità a L'Aquila: ladri, bulli e persino scippatori minorenni
Arrestato un giovanissimo albanese con precedenti specifici al termine di un lungo inseguimento a piedi tra le vie del capoluogo


Quote rosso1.png Guardate che io ci butto na bomba eh?! Quote rosso2.png


~ Mario Magnotta sull'amore per L'Aquila
Quote rosso1.png L'unica città dove fa un mese fresco e undici freddo Quote rosso2.png


~ Ogni aquilano su L'Aquila
Quote rosso1.png Sindaco dell'Aquila? Chi? IO?? Oddio, quando è successo? Quote rosso2.png


~ Massimo Cialente 2 anni dopo i seggi elettorali

'Donne che non tremano'


L'Aquila è il capoluogo di regione dell'Abruzzo, e Pescara non ci dorme la notte. Nel 2009 i suoi cittadini sono stati scossi dalla famosa vicenda che ha coinvolto l'Abruzzo: le battute di Berlusconi. 

 L'Aquila, un edificio danneggiato dal terremoto, il 22 ottobre del 2012. (Filippo Monteforte, Afp)

Marcia delle donne e degli uomini scalzi. L'Aquila 11 settembre 2015



Historia Aquilae

Racchiuso tra gli Appennini, deve il suo nome al Picchio Pazzerello noto come Federico II, che in un bel giorno di primavera del sorvolò le verdi montagne e lasciò cadere un escremento sulla testa di Mario Magnotta, intento nella raccolta di funghi velenosi da far mangiare al direttore della Bontempi. L'uomo, resosi conto dell'offesa subita, cominciò a bestemmiare in greco-romano-babilonese-tirolese, e a ogni imprecazione compariva dal nulla un essere completamente nudo e ubriaco, noto anche come Aquilano.
Questo successe per 7,8 petosecondi, ma il tutto bastò a far nascere la specie degli aquilani, che da allora vivono di vagabondaggio, mendicando alcool alle entrate dei più rinomati locali della città, come la Standa (tristemente fallita) e la Coop (prossima al triste fallimento). 

 L'Aquila, donna scatenata aggredisce l'ex e danneggia l'auto della Polizia. Arrestata 


Personalità celebri e note merdacce 

L'Aquila ebbe il vanto di dare i natali a un illustre letterato, Mario Magnotta, ma subito dopo si macchiò del crimine di aver creato prima Bontempi (entità che si suppone inesistente), poi Bruno Vespa (entità che si suppone nata morta, motivo che costò la radiazione dell'Aquila calcio). Subito dopo la città si rifece creando Alessia Fabiani, una donna inutile quanto Flavia Vento, ma di gran lunga più mignotta...o Magnotta, che dir si voglia. 

 'Donne che non tremano'


Territorio 

L'Aquila è famosa per essere l'unica città al mondo ad avere più salite che discese. La pendenza media raggiunge il 180%, tanto che gli aquilani sono soliti portarsi dietro piccozza, scalpello e paracadute, in caso di passi falsi e relative cadute. La zona più alta risulta essere Roio, seguita da Colle Sapone, L'Elefantino e Il Torrione.
Il centro storico ha al momento lo stesso numero di abitanti di Pompei. Viene visitato ogni notte da ladri provenienti da tutta Italia che credono ancora trovarvi un bottino o qualcosa da rubare, e da branchi di lupi dai vicini parchi nazionali alla ricerca di qualche avanzo di cibo e che si sentono ululare il giovedì sera.



 L'Aquila, donne che non tremano


Clima

Non è che fa freddo... di più! Le temperature nel mese più freddo sono arrivate a un record cittadino di -194 °C al sole, e in quello più caldo arrivano a sfiorare i -58 °C in un forno acceso. Le precipitazioni sono relativamente abbondanti (circa 4.500 ettolitri annui), senza contare le nevicate che, quando si presentano, mietono più vittime del colera. In inverno è frequente anche l'invasione delle locuste giganti che possono insinuarsi nella pelle degli aquilani nutrendosi delle quantità esorbitanti di alcool bevuto, costringendoli a bere ancora. Data la sua posizione nel cuore della vallata, racchiusa da alti rilievi, viene anche soprannominata "La Città in Culo al Mondo"


L'Aquila: cartelloni pubblicitari sessisti, la Casa delle donne al Comune: "Rimuoveteli" 


Monumenti, cimeli e luoghi storici

L'Aquila vanta un vastissimo arsenale di reliquie medievali (e non), tra cui:
  • La fontana delle 99 canne (luogo di ritrovo per qualche raro turista);
  • La carta igienica di Federico II (rotolo di carta vetrata di Re Federico e riutilizzata poi dal Magnotta);
  • Il torrione (ritenuto un monumento a un antenato di Rocco Siffredi);
  • Le nicchie (tane buie e graffitate brutalmente da persone sottosviluppate, ai lati della scala di San Bernardino (santo protettore degli ubriachi e del cervelletto del sabato sera));
  • Il forte spagnolo (un castello di Lego ritenuto inespugnabile, con un fossato senza'acqua, un ponte alto 150 metri e una sottospecie di elefante/Trilobite parzialmente impotente, ingabbiato nelle segrete del castello);
  • La villa (quartiere malfamato)
  • I portici (detta anche TruzzoLandia, è un posto a elevata percentuale di albanesi);
  • Piazzetta Nove Martiri (una piazzetta sfigata fra vicoli. La fontana, dalla quale ormai sgorga birra, è un mix di tutte le peggiori malattie esistenti).
  • Tua madre


Aquilano copre per amore donna cinese che gestiva due "bordelli" nel capoluogo

Locali Maggiormente Frequentati

 Periodo ante-terremoto

I locali più in della città rispecchiano i nomi di Dadarè(si suppone gli sia stato dato da un balbuziente in preda a un attacco di diarrea fulminea) Magoo(Mister) e nell'ultimo periodo di cazzeggiamento totale ha riscosso un certo successo anche il Messiè, locale riempito di luci soffuse a causa della tirchieria dei proprietari che non vogliono comprare due lampadine; in tutti questi locali è possibile trovare la feccia più estrema dell'Aquila, da cameriere etero-transgender a stomachevoli, ma simpatici, esserini minuscoli chiamati funghi. Altri locali che scorazzano in giro per il centro della città sono essenzialmente locali poco in per altro tipo di feccia, come i Pub Farfarello, la cui costruzione venne importata direttamente da Amsterdam,Black Lucifer, l'antro di un simpatico tirchio dal nome di Belzebù, e Maracatù, dove i tanti regghettoni ancora non conoscono l'esistenza del tagliaerba per eliminare la terribile pianta che ha preso il controllo delle loro teste (dread), per non parlare di altri, di cui non parleremo affatto. Vi sono altri locali, preferibilmente bar, ma anche enoteche, cantine del buffone di turno e angoli di strada per vecchi che si divertono a fare l'aperitivo delle 4 del pomeriggio alle 4 del mattino. Spiccano per l'elevato numero di clienti quotidiani l'Arcobaleno (bar che ha passato le seguenti fasi: "Antro di ritrovo per universitari e spacciatori di LSD", "Salottino stile '800" e "Casinò") e il Tropical,famoso bar dell'aquila nei pressi di piazza Palazzo..frequentato per lo più da truzzi che hanno perso il capobranco...Infine sembra giusto nominare anche il Gretagarbo, sede di incontri di particolari persone, disposte a tutto pure di invitarti in questo locale, i famigerati PR. Molti giurano che sia una discoteca. 



 Terremoto l'Aquila: la procura indaga sulla Casa dello Studente?  - 2014


Periodo post-terremoto

Dopo il piccolo attacco di Parkinson del 2009, tutto quanto scritto qui sopra è da ritenersi falso: il centro storico è diventato una sorta di Pompei, ragion per cui verrà sottoposta ad abbattimento programmato di mura e palazzi, per farla somigliare sempre più al sito archeologico campano. La movida aquilana si è dunque spostata verso nuovi lidi: il principale è L'Aquilone: centro commerciale nel quale i gggiovani si sfidano a terribili tornei di strip calcetto e rovinano le loro vite con sostanze stupefacenti che acquistano al banco frutta del Conad. Per la sera, L'Aquila che vuole divertirsi si ritrova fuori città. Talmente fuori città che il primo Aquilano che potreste incontrare nel raggio di chilometri è a Bologna.

 
Presidio a L’Aquila in solidarietà con due donne denunciate per essersi opposte all’omertosa legittimazione dello stupro

 Se toccano una, toccano tutte! Al Tribunale de L’Aquila – 18 novembre 2016 ore 10:00 – Presidio in solidarietà con due donne della rete di solidarietà femminista denunciate per aver evidenziato atteggiamento sprezzante del difensore dello stupratore di Rosa.


Fauna

  • Magnotta
  • Orso bruno terrone
  • Orso bruno leghista
  • Sindaco Tempesta
  • Sindaco Cialente
  • Cani e Persone
  • Un gatto
  • Piccioni radioattivi
  • Rovine e macerie.
  • PR vari
  • Il tizio albanese che si imbuca alle feste e balla con tutti
  • Il Negro 


Minaccia di morte la compagna, denunciato aquilano
   18 marzo 2017
La Squadra Volante, in tarda mattinata, ha indagato in stato di libertà un cittadino italiano di 47 anni, residente a L’Aquila, per minaccia aggravata in danno di una giovane donna con la quale era convivente da tre mesi.
 Italy: Scientists Jailed For Failing To Predict 2009 L'Aquila Earthquake


Città gemellate

  • Italiastivale.jpg Imperia-5 - I-Taglia
 L’otto marzo anche L’Aquila le donne contro la violenza.

Italian model Claudia Romani and her boyfriend Kevin Gleizes walks in the street of L'Aquila, on August 25, 2013. Claudia Romani was born in L'Aquila (Italy), he was voted one of the 100 Sexiest Women in the World by FHM Denmark. Kevin Gleizes it's a rider and founder of Kustom Kite and Kustom Pabble, from about one year, Claudia has enter into society. Photo: Manuel Romano/NurPhoto



Città sulle palle 

  • Pescara, Avezzano, Teramo, Chieti, Terni, Rieti, Paganica, Sulmona, Roma, Popoli, Campobasso etc etc... 

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera su cauzione


L’Aquila Rugby femminile rinnova il sostegno all’associazione ‘Indifesa’.
 Le belve neroverdi dicono no a violenze, abusi, prostituzione e lavori forzati per le bambine indifese di Paesi sottosviluppati.

 
L'Aquila, Abruzzo, Italy, 1951 
Henri Cartier-Bressonexpand_more
Gelatin silver print



Quote rosso1.png Ascolti record in tutte le edizioni del TG1 nella giornata del terremoto in Abruzzo. L'edizione principale delle 20:00 si è confermata leader dell'informazione Quote rosso2.png


~ Il lato buono della vicenda

Quote rosso1.png Spianata d'Abruzzo, la prima grande opera del governo. Quote rosso2.png


~ TG4

Quote rosso1.png A seguito del terremoto, la popolazione è molto scossa. Quote rosso2.png


~ Un responsabile della Protezione Civile è tenuto a informarci costantemente sui risvolti della vicenda dei quali non siamo a conoscenza

Quote rosso1.png Purtroppo non c'è mica un terremoto al giorno! Quote rosso2.png


~ Due imprenditori dal cuore nobile, sinceramente dispiaciuti per il terremoto

Quote rosso1.png Tutte queste lamentele per un terremoto, io ho sotto casa un vulcano e lo uso per cuocerci le pizze. Bisogna imparare a convivere col territorio in maniera imprenditoriale. Quote rosso2.png


~ Silvio Barzellettiere sulle catastrofi naturali

Quote rosso1.png Mia suocera abita a L'Aquila e mi ha telefonato stamattina alle 8 per dirmi che lei stava bene. Se non c'è riuscito nemmeno il terremoto non ci sono speranze. Quote rosso2.png


~ Un cittadino preoccupato per la salute di sua suocera



 A piedi (scalzi) uniti: anche a L'Aquila la marcia di solidarietà con i migranti
 Women walks on March 23, 2013 in the historic area of L'Aquila devastated
Il terremoto dell'Abruzzo è stato un terribile attentato terroristico avvenuto il 6 aprile 2009 ad opera della Impregilo e di Guido Bertolaso, che hanno costruito edifici non sicuri o sottovalutato la necessità di ammodernare le strutture. Il movente dell'attentato era che Bertolaso voleva più massaggiatrici.  
Vista del Gran Sasso dal centro cittadino con in primo piano la "Fontana Luminosa"

Preparazione dell'attentato

Il terremoto d'Abruzzo, come è stato rinominato da tutti i giornali nazionali, è stato organizzato con dovizia di particolari nel tempo: lo Stato italiano aveva da tempo appaltato tutte le costruzioni della case alla Giochi Mafiosi™, azienda molto presente nel sud Italia e specializzata in reati di ogni genere. La Giochi Mafiosi si era attivata per una buona organizzazione dell'evento, costruendo le case degli abruzzesi in comodo cartongesso e sabbia di mare, in modo che, alla prima folata di vento, la case crollassero. Per rendere la strage ancor più efficace fu coinvolta la Protezione Civile, che in un comunicato del 1° aprile 2009 dichiarava: «Ieri si è riunita all’Aquila, nella sede della Regione Abruzzo, la Commissione Nazionale per la Previsione e la Prevenzione dei Grandi Rischi... per fornire ai cittadini tutte le informazioni disponibili alla comunità scientifica sull’attività sismica delle ultime settimane in Abruzzo: attività che viene costantemente monitorata, pur non essendoci nessun allarme in corso».
Il vicecapo della Protezione civile, Bernardo De Bernardinis, filosofeggiava: «Bisogna saper convivere con le caratteristiche dei territori». Altri illustri scienziati confermavano che «non c’è pericolo perché il continuo scarico di energia riduce la possibilità di eventi particolarmente intensi» mentre a stento riuscivano a trattenere risatine isteriche in previsione dell'evento, rischiando quasi di rovinare tutta la sorpresa.
La catastrofe è stata devastante: un'intera città rasa al suolo, oltre trecento morti e decine di migliaia di sfollati. Un prezzo senza dubbio da pagare, nella prospettiva che il governo avrebbe dato una barca di soldi ad aziende bisognose per la ricostruzione.
Chiesa di San Domenico in L'Aquila, dopo il terremoto del 2009
Lasacrasillaba - Opera propria

Conseguenze dell'attentato

La deflagrazione è stata tale da riuscire a far crollare le abitazioni circostanti, colpevoli di essere state costruite principalmente con i resti delle Torri Gemelle.
Non c'è dubbio che il terremoto sia stato un avvenimento positivo dai molteplici vantaggi. La cosa senza dubbio più importante è che ha permesso a Nonciclopedia di contare un articolo in più. Per non parlare della gente che lamenta il troppo inquinamento sul suolo italico, ora molto più felice visto il fatto che molte abitazioni non potranno più consumare energia. Per i terremotati inoltre non ci saranno bollette da pagare per un bel pezzo, il che è sicuramente un bel vantaggio vista la crisi economica. Maledizione, quanto li invidio.
Da tutta questa situazione traspare il fatto che gli italiani siano troppo schizzinosi: se gli aquilani non hanno più intenzione di rimanere nelle città distrutte, migliaia di rom sono invece entusiasti di aver trovato un nuovo accampamento.



Ruins of Amiternum, near L'Aquila
Lasacrasillaba - Own work


L'angolo della dietrologia

Mentre la storiografia ufficiale interpreta questo evento come uno scherzo ben riuscito, qualcuno sostiene che invece si tratti in realtà dell'ennesimo modo escogitato da Dio e Il Cavaliere per perpetrare il loro affari. Ecco le motivazioni che forniscono i sostenitori di tale tesi:
  • Dare una motivazione al piano casa precedentemente varato da Silvio Berlusconi consentendo ai cittadini di ampliare il 20% delle macerie senza sovrattasse.
  • Con la morte di alcuni terremotati, vi è stata la conseguente diminuzione dei consensi da raggiungere per Silvio.
  • Permettere agli aquilani di farsi due settimane al mare spese pagate facendo aumentare ulteriormente i consensi del suddetto Cavaliere.
  • Ricostruire una città dalle sue ceneri e prendersene il merito. 

 NurPhoto Agency
Photographer
Via Saragat 1  · L'Aquila 0862 195 6328   

Palestinian girl write in the sand 2014 during the last sunset of the year in Gaza City on December 31, 2013. (Majdi Fathi/NurPhoto)

 Chiesa di San Michele Arcangelo a San Vittorino (L'Aquila): vista dell'abside
Lasacrasillaba - Own work

 
Con la terra si muove anche il governo
Quote rosso1.png ...e comunque la tettonica a zolle l'abbiamo ereditata dal precedente governo Quote rosso2.png


~ Silvio Berlusconi mostra la linea del governo

Vacanze di Pasqua prolungate per i fortunati studenti aquilani. Il ministro Gelmini ha subito rassicurato gli studenti: verranno subito stanziati fondi per la Casa dello studente, fondi ottenuti dai tagli alla ricerca scientifica geologica italiana. Tagli che quindi, al fin della fiera, son serviti.
Il ministro Renato Brunetta ha aggiunto che grazie al PC connesso a internet, tramite l'utilizzo di cuffia e microfono, i ragazzi saranno suddivisi in classi virtuali dove si terranno lezioni virtuali e si svolgeranno compiti virtuali. Beati noi che abbiamo la fortuna di vivere nell'era informatica.
La ministrona Mara Carfagna è passata dopo i funerali collettivi, a seno florido scoperto, per sollevare il morale dei disperati. Non ha proferito parola, seriamente convinta che non ci fossero parole per esprimere il suo profondo rammarico per la vicenda.
Infine, il solo, unico e impareggiabile superministro della cultura Sandro Bondi ha annunciato a breve la pubblicazione di un'elegia commemorativa dedicata con gioia a tutti i terremotati e alle vittime. Il poema sarà pubblicato su Cosmopolitan e conterrà una breve introduzione a opera di colui che è la fonte di ogni ispirazione. 

Soldiers guarding the historic center of L'Aquila City, on January 11, 2014. (Photo by Manuel Romano/NurPhoto)


 Fontana delle 99 cannelle - Vista di'insieme parete centrale L'Aquila
Michele Modica - Michele Modica
  
Sciacallaggio

Come se agli abruzzesi non bastasse vedere le loro case crollate, essere costretti a vivere in una tenda, perdere molti dei loro cari ed essere intervistati da Bruno Vespa, un'altra sciagura si abbatte sui terremotati: lo sciacallaggio. «Sono schifato da questi omuncoli che sfruttano un'immane tragedia per ricavarne qualche vantaggio personale» - ha dichiarato l'onorevole Fini, accorso invece sul posto per mettere al servizio degli abruzzesi la sua grande esperienza nel campo dei terremoti e della gestione delle situazioni di crisi. Ad esempio, prendendo spunto dalla sua brillante gestione delle manifestazioni del G8 di Genova, ha ordinato che le macerie delle case crollate venissero manganellate. Il governo ha mobilitato prontamente le forze di polizia per prevenire lo sciacallaggio: inizialmente erano state inviate anche unità cinofile addestrate specificamente contro gli sciacalli, ma sono state ritirate quando i cani hanno cominciato ad azzannare politici e giornalisti. Già sono stati catturati i primi sciacalli, che si sono difesi affermando di essere dei Chihuahua; tra questi anche Vauro Senesi, il vignettista eretico di Annozero e de Il Manifesto, catturato in flagranza di reato proprio mentre stava facendo una vignetta su Gasparri. Inutile la difesa del meschino criminale, che ha invocato concetti vetero-comunisti come la "libertà di stampa", la "costituzione" e addirittura la "democrazia", parola che riporta alla memoria i Gulag staliniani. Con il plauso del Grande Partito Unico di governo il pericoloso dissidente è stato internato nel CPT di Lampedusa, in attesa di essere espulso nell'oasi protetta di Cuba, dove potrà trascorrere serenamente la sua vecchiaia in compagnia degli altri membri della sua specie oramai in estinzione. Il PD in questa situazione ha dimostrato di avere la maturità necessaria a un'opposizione seria ed eterna, affermando che la cacciata del vignettista è un provvedimento «duro ma giusto» e che il governo «in questa situazione difficile si è comportato magnificamente», come se peraltro ci fosse bisogno di ripetere ovvietà. Rendiamo grazie al nostro infallibile governo. La guerra è pace. La libertà è schiavitù. L'ignoranza è forza. 

International Women's Day
Stop violence against women

In photo: Survivors of acid attacks, attend a human chain to protest against acid violence on the eve of the International Women's Day celebration in Dhaka, Bangladesh. According to Acid Survivors Foundation (ASF), there had been 3,184 acid attacks since February 1999 to February 2014 in Bangladesh, where 1,792 women were victims among a total of 3,512. Acid attacks are mostly common in Cambodia, Pakistan, Afganistan, India, Bangladesh and nearby other countries. It is estimated that some 80 percent of the victims of acid attacks are female and 40 percent of them are under 18 years of age. (Photo by Zakir Hossain Chowdhury/NurPhoto)


 L'Aquila, la piazza del Duomo con in primo piano la "Fontana Vecchia" di Nicola D'Antino (1880-1966) e sullo sfondo la Cattedrale di San Massimo.
Ra Boe - selbst fotografiert DigiCam C2100UZ



Il caso Giuliani 

Poche ore dopo l'evento, il sedicente mago Giancarlo Otelma Solange Rasput in Giuliani affermava di essere l'unico ad aver non solo predetto il fatto ma anche capito che si trattasse di un attentato. A sostegno della sua tesi Giuliani afferma che:
  • l'Abruzzo non esiste quindi nemmeno il terremoto può esistere;
  • nei giorni precedenti aveva rilevato nell'atmosfera un'insolita quantità di radon, un gas che non esiste;
  • aveva intenzione di presentare anche un terzo punto, ma poi se lo era dimenticato.
FOCUS
Publication
 Double Page on Focus Magazine
 Photo by: Andrey Pronin/NurPhoto

 L'Aquila 2011
Ra Boe / Wikipedia
 
 
 
 

Il caso Fanzaga 

Parole dure, quelle di Padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria e plurivincitore dell'Articolo della Settimana su Nonciclopedia. Egli avrebbe così dichiarato, durante una diretta su Radio Maria: «Il Signore ha voluto che, in questa settimana santa, in qualche modo, anche gli abruzzesi partecipassero... così, alle sofferenze della sua passione».
Il problema è che Padre Livio non avrebbe diffuso il messaggio volontariamente: secondo quanto da lui dichiarato sul forum di Nonciclopedia, egli credeva di essere fuori onda, e non stava facendo altro che dettare a un suo collaboratore una frase da inserire in questo articolo. Ma come gli verranno mai in mente certe battute così geniali?
 Da Nonciclopedia, l'enciclopedia che libera la gola e calma la tosse

 The fifth anniversary of the L'Aquila earthquake will be marked on 06 April 2014, commemorating the deaths of nearly 300 people when the quake devastated the Abruzzo region. (Photo by Manuel Romano/NurPhoto)


 L'Aquila 2011
Ra Boe / Wikipedia
 
 
 Fontana del Nettuno in piazza Regina Margherita, L'Aquila
 Lasacrasillaba - Own work
 
 
 L'Aquila: Altstadt
 Ziegler175 - Own work
 


Nessun commento:

Posta un commento