martedì 16 agosto 2016

1798 Bank of Pennsylvania heist - Criminal Mind


1798 Bank of Pennsylvania heist

Tarda estate a Filadelfia durante IL 1798, un periodo mortale nella storia della città. A quel tempo Philadelphia non era solo la città più grande degli Stati Uniti, è stata la capitale della nazione.
Un sacco di persone stava cercando di fuggire dalla città perché quell'estate  è  devastata dalla febbre gialla peste. Tuttavia la maggior parte delle persone non hanno avuto altra scelta che rimanere e pregare per il meglio. Di conseguenza, circa 1.300 cittadini di Philly soccomberanno a una morte agonizzante.
Patrick Lyon, un fabbro, e il suo diciannovenne apprendista, prenotato il passaggio su una piccola nave a vela, al fine di lasciare la città. Ma nel giro di due giorni dopo che sbarcarono nel Delaware il giovane era morto della malattia.
Notizie di una rapina in banca sorprendente alla fine ha raggiunto Lewistown, la città dove Lione alloggiava.
La storia che dipana era che $ 162.821 sono stati rubati dalla Banca della Pennsylvania a Carpenters 'Hall  tra Sabato sera, 31 agosto e Domenica mattina, 1 settembre 1978.
Casualmente, l'ultimo lavoro che ha fatto prima di lasciare Philadelphia Lione era un lavoro urgente in cui gli fu chiesto di modificare le due serrature e accessori  delle porte blindate della Banca della Pennsylvania .
Dal momento che non c'erano segni di effrazione la polizia ha stabilito che la rapina era un lavoro interno.
Lione apLa rapina prima Banca degli Stati Unitiprese attraverso un conoscente che era lui quello sospettato di aver commesso il crimine. Così  decise di tornare a Filadelfia per raddrizzare la situazione. Invece, quando è arrivato, è stato gettato nella prigione di Walnut Street.
C'è voluto un po' ma alla fine la verità è venuta fuori.
I colpevoli reali erano Isaac Davis e il suo partner. Davis è stato un membro della società dei carpentieri che aveva visitato il negozio di Lione. Partner Davis 'era un facchino banca di nome Thomas Cunningham. Era lui l'uomo  che si è nascosto all'interno della Carpenters 'Hall, nella notte la banca è stata derubata.
Dopo aver tirato fuori quello che sembrava una rapina perfetta, Davis ha iniziato a depositare il denaro che ha derubato nelle banche di Philadelphia , tra cui la stessa banca dove ha derubato il denaro.
Dopo essere stato interrogato con domande sulla sua improvvisa fortuna Davis ha confessato e chiede che  in cambio della restituzione del denaro un indulto.
Tuttavia, anche dopo che Davis ha confessato alla polizia, la banca ancora insistite che  Lione aveva fatto una chiave in più per sè, per questo motivo resterà in carcere per diverse settimane.
Nel giro di un anno dopo il suo rilascio Lione scrive un libro sulla rapina in banca. Questo ha spianato la strada per una grande causa contro gli ufficiali di legge e la banca che lo ha tenuto imprigionato. In definitiva, dopo che i più noti avvocati di Philadelphia hanno combattuto, una giuria ha assegnato a Lione $ 12.000 per essere stato ingiustamente imprigionato.

Pat Lyon at the Forge 1829
 John Neagle (1799–1865) 

The 1798 Bank of Pennsylvania heist occurred late on August 31 or early on September 1, 1798 when $162,821 (over $2.3 million today) was stolen from the Bank of Pennsylvania at Carpenters' Hall in Philadelphia, Pennsylvania.

Background

Patrick "Pat" Lyon, a blacksmith who had worked on the vault doors and fitted it with locks, was initially a suspect in the heist. Lyon and a 19-year-old apprentice had left Philadelphia shortly before the heist, possibly in response to a yellow fever epidemic that had been plaguing the city. They later arrived in Lewistown, Delaware, where the apprentice died of an illness. Lyon had learned of the theft and suspected that he was wanted after speaking with an acquaintance of his. Lyon himself had suspected the bank's caretaker, Samuel Robinson, and another man of committing the heist. They had visited his shop once when he was working on the bank vault's doors. Lyon returned to Philadelphia to plead his case but was imprisoned in Walnut Street Prison for three months. The bank showed no signs of forced entry and the vault was believed to have been opened with a forged key.
The sole perpetrators of the heist, Isaac Davis and Thomas Cunningham were later caught. Cunningham, who was the bank's porter, died of yellow fever several days after the heist. Davis, the man who had visited Lyon's shop with Robinson, was depositing the stolen money in several banks, including the one he had burglarized. This made officials suspicious of him and he later confessed to the heist. However, he was reportedly pardoned without serving any jail time after he gave back the stolen money in a plea deal with the Governor of Pennsylvania, Thomas Mifflin. Lyon was still kept in jail on suspicion of forging a duplicate key but released shortly thereafter. His bail had been set at $150,000 but lowered to $2,000 after Davis's confession.

Aftermath

Lyon then wrote a book on his false imprisonment titled Narrative of Patrick Lyon Who Suffered Three Months Severe Imprisonment in Philadelphia Gaol on Merely a Vague Suspicion of Being Concerned in a Robbery of the Bank of Pennsylvania With his Remarks Thereon and went to trial for damages. He was awarded $12,000, in 1805, for false imprisonment, though an appeal by the defendants was settled out of court, in 1807, for $9,000 ($145,500 today).
Lyon later had his portrait painted by John Neagle, titled Pat Lyon at the Forge, depicting Lyon standing at a forge with the Walnut Street Prison visible in the background.

Bank of Pennsylvania   


Known as America’s first bank robbery, the 1798 Bank of Pennsylvania heist occurred in the predawn hours of September 1, 1798. $162,821 was stolen from the bank, which may not seem like much, but back then, that was a lot of money.

Nessun commento:

Posta un commento